All’anagrafe sono Silvia Ancordi e sul web mi conoscono come Mathilda Stillday. Sono nata a Lovere, ridente cittadina affacciata sul lago d’Iseo, e da anni vivo sul litorale romano.

Ho una laurea in Sc. dell’educazione e mi occupo di benessere olistico e tecniche complementari dal 1996.

Ho iniziato a studiare time management nel 2010 perché volevo avere più tempo da dedicare alla scrittura e, dopo la nascita del primo figlio, la necessità di trovare margini di tempo per me e le mie passioni era diventata una necessità perché essere mamme è bellissimo, ma rischia di essere totalizzante.

Gestivo il blog di Mathilda e i canali social, il gruppo di libri su Facebook, la scrittura e stavo anche organizzando il nostro matrimonio. Mi serviva una soluzione e ho letto e cercato parecchio, ma i metodi che ho provato:

  • erano scritti da uomini
  • puntavano a far rendere di più perché spesso l’obiettivo era il business
  • erano poco flessibili e gli imprevisti non erano contemplati
  • richiedevano troppo tempo per la pianificazione

In ogni metodo trovavo qualcosa di utile, ma incrociavo molte lacune che rendevano quelle strategie non adatte a me e alle mie necessità. Io non volevo fare di più

Io avevo bisogno di fare meno e fare meglio

Non ne potevo più di andare a dormire pensando alle cose che avrei dovuto fare e non avevo fatto. Ed ero stanca di dover organizzare ogni cosa al minuto per poter fare la doccia. Volevo trovare il mio ritmo interiore, il punto di equilibrio che mi permettesse di andare a dormire soddisfatta, volevo tornare a sentirmi bene nel mio corpo e adeguata rispetto a ciò che volevo fare e non costantemente in difetto verso qualcosa o qualcuno.

Nel momento in cui ho condiviso il ROADS con altre donne freelance o mamme (o entrambe le cose) non era più solo il mio metodo, ma aveva aiutato anche loro a ridurre il dovere e dedicarsi più al piacere. Se vuoi scoprire di più visita la pagina degli articoli.

Se hai tempo e vuoi capire meglio chi sono e di cosa mi occupo visita questa pagina del sito di Mathilda e se hai domande sentiti libera di scrivermi. Grazie!